L’evoluzione naturale del mio lavoro di scultura, mi ha portato a quel personale linguaggio che è rafforzativo della mia poetica, per l’uso della traccia di semi naturali che a loro volta rappresentano la memoria del nutrimento storico dell’umanità intera.

( Armanda Verdirame )

Other Testimonials

Ecco il corpo In gloria con la sua spirale aprirsi e vivere sulle sponde di un vuoto, centro che non è più né spazio né durata. (riferimento a una colonna in terracotta patinata, alta 170 cm)

( Diego Nicolosi )

Felice interprete di un’arte al di fuori delle classiche forme della pittura e della scultura. ...la forma diventa oggetto. ….Un modo nuovo, un mondo nuovo, che opera in una struttura viva, mobile, su piani paralleli con moduli da cui possono uscire e sentire suoni melodiosi…

( Giorgio Falossi )

… ho pescato nella terra quei semi che, via via, nel tempo, sono destinati a perdersi nella memoria collettiva ed ecco che li ho riagganciati alla terra affinché quella memoria potesse rimanere come sigillo.

( Armanda Verdirame )

… Certamente la scultura di Armanda va letta come una sorta di messaggio di sopravvivenza, oltre il disastro…

( Gianni Carteri )

Armanda porta nelle opere la natura nei suoi elementi primari, terra, fuoco, acqua, aria, mutuandone metodi e ritmi. Con l’aggiunta di una componente inedita, che è tra gli aspetti distintivi dei suoi lavori: l’inserimento nell’argilla di semi di cereali e legumi, in quanto simbolo di vita…

( Luciano Caramel )